New Green Revolution


Innovazione, tradizione e capacità del saper fare: questi sono i valori della “New Green Revolution” che pone al centro del modello produttivo la cultura del territorio, basato sulla cultura della ricerca e della sperimentazione, dei grandi vitigni autoctoni, del paesaggio, dell’accoglienza e del divertimento, dell’arte e dell’enogastronomia. Il progetto di sviluppo #MyMontefalco2015 custodisce in se le tante sfumature di un territorio viticolo d’eccellenza che investe in nuovi modelli d’impresa sostenibile.

nuovo-e-vecchio

Il progetto #MyMontefalco2015 nasce nel 2008 con l’obiettivo di coniugare la sapienza di fare vino con la ricerca e la tecnologia e di realizzare totalmente la sostenibilità vincendo così la sfida che l’Expo di Milano lanciava: come nutrire il pianeta, quale energia per la vita.
In meno di un decennio oltre 2 milioni di Euro sono stati investiti in progetti di innovazione e sviluppo. Grazie ad una rete di collaborazioni costruita in anni di sperimentazioni sul Sagrantino, è stato possibile coinvolgere centri di ricerca, università, ed esperti di viticoltura ed enologia per ideare e realizzare prototipi e modelli di gestione innovativi nell’ambito del programma di #MyMontefalco2015 .

colori-complementari_IMG_0958.JPG

Marco Caprai, imprenditore simbolo del rilancio vitivinicolo di Montefalco e ideatore di #MyMontefalco2015, è oggi uno dei ventuno tra donne e uomini che sono stati scelti per incarnare lo spirito dell’Italia che innova rispettando la terra all’Expo di Milano. La sua “statua vivente” e quelle degli altri personaggi che rappresentano la “Potenza del Saper Fare” campeggiano nel Padiglione Italia come narratori della nostra qualità speciale: quella di perpetuare il saper fare italiano nel rispetto dell’identità.

Share Button